BIO & LYRICS

Biography

Giorgia Giacometti, cantante e cantautrice pistoiese, classe ’96, e manager finanziaria con master in Finanza Internazionale; coltiva da sempre la passione per la musica pop con cui si alterna all’attività lavorativa. Vive parte della sua vita a Miami dove studia musica, canto e si laurea in business internazionale. A Miami scrive le sue prime canzoni in lingua italiana, inglese, e spagnola e produce i suoi primi singoli: il debutto All’Amore” nella primavera del 2020 a cui segue “Scandal”, pubblicato a novembre dello stesso anno. Entrambi i singoli sono prodotti nel prestigioso studio House of Hits, in collaborazione con Vinny Venditto e Vincent de Leon. Giorgia Giacometti vola poi a Singapore per abbracciare un sound unico e speziato presentato con il singolo “Bandiere Bianche”, pubblicato a marzo 2021, prodotto e registrato con Zendyll Records, in collaborazione con RIIDEM e Claire Chew. La sua ricerca continua e sempre con il team di Singapore nasce il suo nuovo singolo “Scossa”, un brano dalla tessitura pop e clima reggaeton dove primeggia il lato più dolce e sensibile. Il 27 maggio 2022 esce “Bianco Rosso Nera”, produzione a fianco del produttore e arrangiatore Ugo Bongianni, in collaborazione con Dave Kutch del rinomato studio newyorkese The Mastering Palace. Una storia musicale senza confini dove vince la contaminazione di generi, culture e tradizioni

“Bianco Rosso Nera” parla di tre colori, bianco rosso e nera, i colori dell’atmosfera che definisce il passato, presente ma anche futuro. Colori dove ci celano sentimenti, ricordi e desideri. Il brano sottolinea la voglia ardente intesa come passione e desiderio, che ti porta a svegliarti e ad addormentarti con lo stesso pensiero in testa, l’atmosfera.

BIANCO ROSSO NERA LYRICS

“Scossa”, il sound pop abbraccia le tessiture reggaeton. Il brano parla della vita, di come percepire la sua forza e saper apprezzare ciò che ci dona e la sua semplicità. Il messaggio principale è quello di essere sempre sé stessi e cogliere ogni attimo di felicità.

SCOSSA LYRICS

“Bandiere Bianche” simboleggia il non arrendersi e lottare per la Vittoria, dove non esiste distinzione tra età, sesso e stile di vita. La battaglia si accende contro i mostri interiori e reali, sbandierando la propria identità. Una canzone contro l’opportunismo e un inno di giustizia per dare voce a tutte le diversità, per riappropriarsi della propria intimità per poi sfoggiarla con orgoglio e forza verso tutti.

BANDIERE BIANCHE LYRICS

“Scandal” è un brano dove le dinamiche pop/elettroniche si intrecciano con il rap.  Il brano racconta l’intimità di uno scandalo amoroso, dove, inebriata dalla figura perfetta di cui si era innamorata, finisce per accorgersi che era solo un effimero sogno, annegando così nella profondità del suo scandalo mentale.  La storia penetrante ed il ritmo spiccato ballano sulle note del potente Scandal.

SCANDAL LYRICS

“All’Amore” è un’immersione nella musica pop, classica e latina indirizzata all’amore stesso. Il brano racconta una storia amorosa al confine tra ricordo e realtà. Un forte amore sembra essere solo un pensiero lontano, trasportato dalla speranza passionale per la rifioritura dell’amore stesso. L’Amore si rivela non solo un ricordo passato ed incerto futuro, ma un reale e passionale presente.

ALL’AMORE LYIRICS

gg silver

Bianco Rosso Nera

Bianco, come il tuo maglione,

cade ormai la luce quando penso a te.

Rosso, come il pantalone,

quello che adoravi quando eri con me.

Nera, come una pantera mi muovo nella sera,

ma non ti trovo più.

Pensa sono ritornata, 

Io voglio te, te, te.

 

Bianco rosso nera.

S’incendia l’atmosfera.

La voglia si scatena.

Sei mio tutta la sera.

 

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

 

Bianco, nuvole al tramonto,

mentre tu mi parli vedo dentro te.

Rosso, come quel rossetto,

tanto ti piaceva tu baciavi me.

Nera, disegni di chimera sulla tua schiena scura,

ti racconti tu.

Pensa sono ritornata, 

Io voglio te, te, te.

 

Bianco rosso nera.

S’incendia l’atmosfera.

La voglia si scatena.

Sei mio tutta la sera.

 

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

 

Voglio te, voglio te, yeah, yeah.

Voglio te. Voglio te. Voglio te.

Voglio te, voglio te, yeah, yeah.

Voglio quel che di mortale c’è.

 

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

Eh, eh, eh, eh. Ah, ah, ah, ah.

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.

Voglio te, voglio te.

Voglio le tue labbra su di me.

Voglio te, voglio te.

Voglio questo corpo su di te.



Scossa

Mezzo sangue la luna che piange,

ti vedo in un film e ti sento distante.

Cuore sincero sotto un cielo di velo,

qui piove sempre sull’ arcobaleno.

Come se fossi lontana dal niente,

tutti che guardan’ ma la forza si sente;

è prepotente, diventa corrente,

è un’emozione sotto un occhio di lente.

 

Sotto un cuore latente e come si sente,

è un’energia se ti unisci ti prende.

Io non ti offro un ballo amoroso,

ma risse in battaglia a passo sinuoso.

 

Oh, perché l’amore è questo e ballo adesso.

Siamo poli su una linea mossa,

senti il cuore è una scossa.

Provo adesso del sano sesso,

cicatrici sopra una rosa rossa,

senti il cuore è una scossa.

 

Senti batte forte il cuore e fa,

e la mossa della scossa va.

 

Io non me ne pento no no,

vado da una parte all’altra come gira il vento;

E se c’è un ricordo che mi da tormento,

crisso il vuoto per fermare il tempo.

Quando c’entro dentro oh yeah

fuori è tutto spento yeah yeah,

vedo con un ritmo a passo lento

e la vita vale ogni momento.

 

Sotto un cuore latente e come si sente,

è un’energia se ti unisci ti prende.

Io non ti offro un ballo amoroso,

ma risse in battaglia a passo sinuoso.

 

Oh, perché l’amore è questo e ballo adesso.

Siamo poli su una linea mossa,

senti il cuore è una scossa.

Provo adesso del sano sesso,

cicatrici sopra una rosa rossa,

senti il cuore è una scossa.

 

Senti batte forte il cuore e fa,

e la mossa della scossa va.

 

Senti il cuore è una scossa,

prendi il ritmo vale ogni mossa,

e se cerchi l’arcobaleno,

guarda in alto e prenditi il cielo.

Senti il cuore è una scossa,

prendi il ritmo vale ogni mossa,

e se cerchi l’arcobaleno,

guarda in alto e prenditi il cielo.

 

Oh, perché l’amore è questo e ballo adesso.

Siamo poli su una linea mossa,

senti il cuore è una scossa.

Provo adesso del sano sesso,

cicatrici sopra una rosa rossa,

senti il cuore è una scossa.

L’amore è questo e ballo adesso.

Siamo poli su una linea mossa,

senti il cuore è una scossa.

Provo adesso del sano sesso,

cicatrici sopra una rosa rossa,

senti il cuore è una scossa

Bandiere Bianche

Chiusa in una stanza a due mesi di distanza,

ripenso a un’amicizia che non vale la mancanza.

Senza coerenza in nostra circostanza, 

hai dimostrato in lutto la tua naturale essenza.

Vola la speranza di possibile sentenza, 

la verità colpisce tua sublime indifferenza 

e la tua presenza con mancanza di coscienza,

che darà alla luce la tua piena irriverenza.

 

Tengo i mostri nel cassetto

per paura di un attacco.

Tu che dici lascia andare,

dimmi come posso fare.

La tua immagine al cospetto 

in sembianza di uno spettro,

io che sento di annegare,

tu che salpi verso il mare.

 

Dimmi come posso fare se mi sento di annegare.

Tu non prendi le mie mani e mi lasci in fondo al mare.

Senti suonan’ le sirene, scorre il sangue nelle vene,

tu che dici mi vuoi bene mentre sfoggio le bandiere

bianche, bianche, bandiere bianche.

 

Formo in partenza la tale sussistenza

quindi ascolta bene per futura discordanza.

Disapprovo la prestanza seppur in maggioranza,

la compagnia scelta con causale di finanza.

Disprezzo l’importanza data dall’istanza 

della solitudine che batte con potenza,

dove per mancanza di vera alleanza

sceglie le amicizie con assenza di sostanza.

 

Tengo i mostri nel cassetto

per paura di un attacco.

Tu che dici lascia andare,

dimmi come posso fare.

La tua immagine al cospetto 

in sembianza di uno spettro,

io che sento di annegare,

tu che salpi verso il mare.

 

Dimmi come posso fare se mi sento in fondo al mare,

tu che guardi da lontano e che cerchi di tornare.

In tempesta di bufere, che fronteggian’ queste sere,

io ti dico non conviene mentre sfoggio le bandiere

bianche, bianche, bandiere bianche.

 

Data la mia essenza con tanto d’importanza,

butto via le chiavi e concludo questa danza.

 

Fuori i mostri dal cassetto 

Sono pronti per l’attacco.

Tu dicevi lascia andare,

ora guardali lottare.

La tua immagine è uno specchio,

in frammento ogni pezzo.

Io che sento di volare,

tu che scappi verso il mare.

 

Ora si lo posso fare, lascio tutto in fondo al mare.

Sì, risalgo in superficie e riprendo a respirare.

Silenziose le sirene, si riscaldan’ queste sere,

io che ancora voglio bene mentre brucio le bandiere

bianche, bianche, bandiere bianche.

Scandal

You’re pumping in my head like a ball in a circle,

knocking at the door with two arms in a bad roll.

I’m drowning in my thoughts like Titanic in the ocean,

I can’t smoke a cigarette because of water caution.

Give me a devotion,

I let you know the notion,

and I will let you pray to get another portion.

 

I dreamed you,

Now it’s a nightmare, now it’s a nightmare. 

I prayed for you,

But I’m in hell, yeah, I’m in hell.

 

Scandal, scandal, this is a scandal.

I was dreaming you, and you loved me too; 

Now, I’m dying for you, and you don’t make it true.

Scandal, scandal, this is a scandal.

 

You killed my emotion with any saving potion,

I crashed in love with the power of mind distortion.

Still waiting for devotion, there is no promotion,

I’m gonna take that flight, it’s gonna be alright,

cause happiness is everywhere, it’s everywhere you like.

You arrived like a storm in the night, 

destroying the routine of my mind,

there was love/hate in each of our sights.

But I have to blame myself, cause I let you stab my back;

now I’m here, blackout, turn it back, jet pack, I pay the check.

Cause to be in love, we have to be two,

Baby, I’m fading away, fading away from you 

 

I dreamed you,

Now it’s a nightmare, now it’s a nightmare. 

I prayed for you,

But I’m in hell, yeah, I’m in hell.

 

Scandal, scandal, this is a scandal.

I was dreaming you, and you loved me too; 

Now, I’m dying for you, and you don’t make it true.

Scandal, scandal, this is a scandal.

 

I’m swimming in my sins, screaming for salvation,

sinking under water with a kind of fascination.

After exploration, there is no competition, 

in the middle of the desert of the caring desolation.

But here is the revelation,

I’m in love with an obsession,

fighting with a world that has no good intention.

 

I dreamed you,

Now it’s a nightmare, now it’s a nightmare. 

I prayed for you,

But I’m in hell, yeah, I’m in hell.

 

Scandal, scandal, this is a scandal

I was dreaming you, and you loved me too;

Now, I’m dying for you and you don’t make it true. 

Scandal, scandal, this is a scandal.

Oh, it was only a dream!



All'Amore

Io mi ricordo uno sguardo sincero,

folle nel mondo mi chiedo se è vero.

Dentro i ricordi la notte dei fuochi,

addormentati da stelle e pianeti.

Persi in un letto di petali e fiori,

senti la notte fioriscon’ gli amori.

 

Credi davvero si possa scordare

i raggi del sole, la stella polare.

Prendi i miei occhi e dimmi chi sono

dall’alto del cielo senza perdono.

 

Prendi le mani, metti le ali, 

dimmi che mi ami, sempre domani; 

e se lo senti, quello che cerchi, 

portalo avanti, sempre domani. 

Prendi le mani, metti le ali, 

dimmi che mi ami, sempre domani; 

e se lo senti, quello che cerchi, 

portalo avanti, sempre domani. 

 

Ascolto le canzoni, mi sembra di sentirti,

Ti vedo nel mio sguardo, i tuoi occhi ben dipinti.

Eppure, sei lontano, accarezzandomi la mano,

Immersa nei miei sogni in pensier’ ti stringo piano.

Continuo scivolando, in tenerezza mi abbandono,

in vista in lontananza la realtà, ma non ci sono.

Avvolta in emozioni, che tanto mi consolan’,

la notte si avvicina, e non ci si innamora. 

 

Prendi le mani, metti le ali, 

dimmi che mi ami, sempre domani; 

e se lo senti, quello che cerchi, 

portalo avanti, sempre domani. 

Prendi le mani, metti le ali, 

dimmi che mi ami, sempre domani; 

e se lo senti, quello che cerchi, 

portalo avanti, sempre domani. 

Credi davvero si possa scordare

i raggi del sole, la stella polare.

Prendi i miei occhi e dimmi chi sono

dall’alto del cielo senza perdono.

 

Un abbraccio, se pur dimenticato,

può raccontarti tutto, anche quel che non c’è stato.

Ti sento fra le braccia, e quel che non ti ho detto, 

traspare sulla pelle e vola come il vento.

Quando riapro gli occhi, un dono di sollievo,

ti leggo nella mente se ci penso non ci credo.

Sento il tuo cuore battermi sul petto, 

mi sembra di sentire la musica del tempo.

Questa è la notte più bella del mondo,

innamorarsi ogni secondo.

 

Prendi i miei occhi, metti le ali,

dall’alto del cielo dimmi che mi ami. 

Prendi le mani, metti le ali (Senza perdono),

dimmi che mi ami  sempre domani;

E se lo senti  quello che cerchi (Metti le ali),

portalo avanti  sempre domani.

 

Prendi le mani, metti le ali (Dall’alto del cielo),

Dimmi che mi ami  sempre domani;

e se lo senti  quello che cerchi (Dimmi che mi ami),

Portalo avanti  sempre domani.

Dreamoon-logo-B

© 2020 all rights reserved – P.I. 02566280463 – Privacy Policy – Cookie Policy – Credits MoltoChic Marketing&C

Get in Touch

info@giorgiagiacometti.com

ALL'AMORE